Ricordare Mons.Giovanni Speciale…..

j.invito

Oggi pomeriggio,verrà intitolato il museo diocesano di Caltanissetta alla spendida figura del suo fondatore:Mons.Giovanni Speciale, deceduto circa un anno fa. Don Giovanni,o Padre Speciale come tutti lo chiamavamo, è stato un figlio della chiesa nissena davvero “Speciale”. Figura eclettica,uomo di profonda e grandissima cultura,sacerdote degnissimo,appassionato di arte sacra. Ma padre Speciale è stato,per oltre un trentennio,il Rettore con la “R” maiuscola.Formatore di intere generazioni di seminaristi e di sacerdoti,secondo il cuore di Dio e della Chiesa.Persona liggia al dovere  che avvertiva,fortemente,la responsabilità di cui era investito,perchè dalla formazione dei futuri sacerdoti dipende la vita e il futuro della chiesa locale.Don Giovanni ne era pienamente consapevole e ha speso tantissime energie per consegnare alla diocesi nissena sacerdoti degni di tale nome,attraverso un discernimento serio e rigoroso,senza se e senza ma….senza tentennamenti….e senza cedere alla tentazione delle ordinazioni-tappa buchi. Don Giovanni ha speso,gran parte della sua vita,a formare,ad educare, a discernere,a trasmettere la passione per il Bello. Ha dato tanto alla chiesa nissena,non ultimo per importanza, quel meraviglioso gioiello che è il Museo Diocesano,voluto fortemente e realizzato da lui. Il museo diocesano come luogo identitario della storia della chiesa locale. Il museo per scongiurare che tanta parte del patrimonio artistico della diocesi potesse perdersi…..conservare per tramandare.Cioè trasmettere alle generazioni presenti e future la storia della inculturazione della fede cattolica in quei territori. Pertanto,è quanto mai doveroso intitolargli il “suo” museo ad un anno,circa,della sua dipartita terrena con una mostra dal titolo dantesco ” Figlia del tuo Figlio”:icone di maternità realizzate da Ennio Tesei,Ernesto Lamagna,Silvana Pierangelini Recchioni. A tagliare il nastro inaugurale il Vescvo Mons.Mario Russotto. L’ arte, come veicolo  della Verità rivelata e tramandata,da una generazione all’altra,  a disposizione di chi cerca la Verità,perchè “la Verità vi farà liberi”.

Una Risposta

  1. Ho letto il libro nel silenzio la memoria.alcune testimonianze sono false,dico questo perchè conoscevo il padre molto bene ero una sua figlia spirituale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: