“Povera Palermo….”.

DSC02036

Qualche mese fa,scrissi in questo blog,un post in cui descrivevo Diego come l’ultimo dei Vice-Re. Erano i giorni in cui Palermo affogava,letteralmente,nella “munnizza”(immondizia).

DSC02145

I fatti delle ultime ore mi danno più che ragione. Una città bellissima,ma allo sbando,mal governata,dove abusi e latrocini sono il pane quotidiano.

E’ lecito mettere un pubblico dipendente a guardia della propria barca? E’ lecito raddoppiare l’irpef per recuperare l’enorme ammanco di “piccioli”(soldi) nella municipalizzata che si occupa di raccogliere la “munnizza”? E che fine ha fatto questa montagna di soldi? Bisognerebbe chiederlo a Diego,il sindaco alla mano….Diego di qua e Diego di là. Ironia della sorte,Diego porta proprio un nome di origine spagnola:sarà un puro caso? Se ti aggiri per la città,ti imbatti in doppie e triple file di auto,traffico impazzito,cantieri abusivi,lavoro nero a “tignitè”,sporcizia ovunque. Mentre cammini per le vie del centro storico,devi stare attento a che da qualche persiana,semi aperta,non ti arrivi addosso qualche sputo “volante” di origine non precisata,frutto di qualche “espettoramento” improvviso….

La Palermo dalle mille facce,compresa quella di Diego…..,che non sfugge a Striscia la Notizia. Il malcostume ed il livello enorme di inciviltà, oltre che essere intrinseco nel palermitano “tipo”, è prodotto anche dall’effetto negativo di tutta la politica nazionale ed ancora di più di quella a livello regionale! Siamo governati da una massa di politici, per la maggior parte culturalmente e socialmente a livelli molto bassi, personaggi i cui principi sono fondati sull’assoluta AMORALITA’-IMMORALITA’! Gentaglia della peggiore specie che non hanno nessun valore di riferimento, individui senza scrupoli, che cercano solo e soltanto di arricchirsi a più non posso fino a scoppiare. Anche quando sono ormai sazi e gonfi, con quei panzoni e quei colli col doppio mento, continuano a “latriare”(rubare) perchè il loro credo è che ” ogni lassata è perduta ” e perchè se una cosa ” non te la fotti tu, se la fotte un’altro “; dove la cosa pubblica, che è di tutti, non è di nessuno!!!

Allora perche scandalizzarsi se il primo cittadino ha la barca il cui skipper – cuoco – curatore . ecc,  è pagato per non lavorare, con i soldi dei cittadini ed in più percepisce sia l’assegno per le prestazioni marinare che il denaro per l’affitto in nero dello stesso natante? Così e solo così si trasmette un messaggio negativo sopratutto a coloro che dovrebbero rispettare le regole! Della serie : se lo fa lui, lo possiamo fare tutti!

La città è ormai una giungla invivibile, dove ognuno fa quello che gli pare, con arroganza, con “malantrinaria ” con mafiosità. E’ vero che il palermitano medio è per natura sua restio a rispettare le regole del vivere civile in una comunità, ma è altrettanto certo e palese che se nessuno queste regole le fa rispettare, egli esce ” al naturale “! Provate a vedere come si comporta un palermitano a Milano o Torino e vedrete che egli è più civile dei milanesi e dei torinesi!

Certo che poi il fruttivendolo si prende il marciapiede e mezza carrreggiata, il pescivendolo poi non ne parliamo, i bar con la trovata dei gazebi la fanno da padrone, le doppi e triple file “spatroniano”, tanto non succede niente!

E poi se a Berlusca piacciono le donne,a Diego no? Ovvio che si!!!! Dunque anche a Palermo è arrivata la cultura del “PAPI”:dai Diego-Papi facci vedere chi sei!!!!

Però Diego-Papi seleziona donne “In”,quelle della Palermo “bene” che per distinguersi da quella “non bene” stringono la boccuccia e parlano con la dizione un po’ più controllata,”sucate-sucate”. Ma il rapporto tra Maschi e Femmine, a Palermo, è normato dalla forma mentis filo-islamica:al maschio le faccende esterne,alle femmine quelle interne e poi “masculi cu masculi” e “fimmini cu fimmini”!!

PALERMO PUò ESSERE SALVATA? SI! SOLO DA CHI CI METTE AMORE E DEDIZIONE. FA TANTA PENA QUESTA SPETTACOLARE CITTA’. I SUOI ABITANTI STANNO MALE, SI VEDE, SI PERCEPISCE. E’ COME UNA DONNA MERAVIGLIOSA CHE NON RIESCE A TROVARE L’AMORE E CHE PIANO PIANO SI TRASCURA, CADENDO PROGRESSIVAMENTE IN UNO STATO CRONICO DI NERA DEPRESSIONE. PERCHE’? PERCHE’ OGNUNO DEVE FARE I POPRI PORCI COMODI? PERCHE’ L’EDUCAZIONE CIVICA NON PUO’ ESISTERE ANCHE NELLA CAPITALE DELLA SICILIA?

DSC02012

Anche da queste parti,purtroppo,siamo costretti a mangiare,volenti o nolenti,QUARUME E STIGGHIOLE……!!

“Povera Palermo” urlò il Cardinale Salvatore Pappalardo ai funerali del Generale Dalla Chiesa. Ancora oggi,quelle parole dell’alto prelato risuonano nella coscienza di tutti gli uomini liberi,i cittadini onesti. A tal proposito mi chiedo:ma in tutto questo marasma,dov’è la chiesa palermitana?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: