Diritto e religioni nelle democrazie contemporanee.

taranto_indice
Nel volume s’indaga su come dirimere l’intreccio, non sempre felice, tra sfera del diritto e sfera della religione. A tal fine è necessario individuare una teoria politica e dei principi giuridici che godano di una solida giustificazione filosofica. Nel tentativo d’individuarli, l’autore presenta una tesi – definita razionale – secondo la quale, dal punto di vista filosofico, diritti umani, libertà fondamentali e laicità sono concetti che hanno una genesi teorica unitaria, riconducibile in via principale alla svolta soggettivistica avviatasi con la filosofia moderna e il razionalismo cartesiano. Da allora l’uomo non è più considerato “soggetto” nel senso di sottoposto all’autorità ma quale individuo emancipato, dotato di autonome capacità conoscitive e di giudizio. Il lume della ragione è sufficiente a rischiarare il cammino dell’uomo, che può rivendicare diritti e libertà a titolo individuale e lo Stato, non più detentore della Verità, deve riconoscere uno spazio pubblico sganciato da visioni religiose del mondo.

Salvatore Taranto attualmente svolge attività di ricerca nella Facoltà di giurisprudenza di Catanzaro. Ha trascorso periodi di studio presso università straniere, tra cui Cambridge.

S. Taranto, Diritto e religioni nelle democrazie contemporanee. Collana: Università degli Studi «Magna Græcia» di Catanzaro,Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, 2010,pp. 328.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: